SOMATIC EXPERIENCING® (SE)

“ Il trauma fa parte della vita. Tuttavia non deve essere una condanna all’ergastolo.”

-Peter Levine-

 

Somatic Experiencing é un approccio neurofisiologico ideato dal dott. Peter Levine. Lavora attraverso la connessione con le sensazioni somatiche sottostanti le nostre emozioni e i nostri sentimenti, per scoprire come si è sviluppato il modello di comportamento adattivo sregolato.

 

Cos’è il trauma?

“Trauma è la risposta biologica del corpo, incompleta, di fronte ad un'esperienza di minaccia alla nostra vita”

L’organismo umano normalmente segue un ciclo naturale quando reagisce a potenziali pericoli, ad esempio incidenti stradali, cadute, malattie, operazioni chirurgiche, ferite, lutti, guerre, minacce, violenze, abusi o disastri naturali. In un primo momento il sistema nervoso si orienta automaticamente per cercare la fonte del possibile pericolo e per trovare risorse utili. Poi, se necessario, crea un piano d’azione istintivo per la lotta o la fuga. Se il piano d’azione non ha successo ci difendiamo entrando in uno stato di congelamento, come accade nel mondo animale (ad esempio quando un cervo viene accecato dai fari) oppure collassiamo. Il ciclo si chiude con una naturale riduzione dell’attivazione che riporta un normale equilibrio nel nostro sistema. A volte però, questo ciclo viene interrotto, oppure gli eventi sono stati troppo veloci, troppo intensi, o si sono ripetuti troppe volte, e il nostro sistema nervoso si trova ad essere sopraffatto. In questo caso, gli impulsi di lotta, fuga, congelamento o collasso non possono essere completati o disattivati, rimanendo così intrappolati nel sistema nervoso. L’energia rimasta intrappolata nel sistema nervoso si esprime sotto forma di sintomi che chiamiamo trauma.

Esempi di categorie di trauma: incidenti automobilistici, cadute, lesioni craniche, interventi

chirurgici o dentistici, soffocamento/annegamento, attacco da parte di animali, abuso sessuale, tortura, calamità naturali,…

 

Risolvere il trauma con Somatic Experiencing®

Il lavoro di SE focalizza l’attenzione sui dettagli delle sensazioni somatiche percepite momento per momento e anche sull’esperienza comportamentale ed emozionale, affinché l’energia intrappolata si rilasci lentamente, facendo così riemergere l’autoregolazione naturale del corpo riportando vitalità, benessere e resilienza nella nostra quotidianità. SE non si focalizza sulla memoria dell’evento traumatico, ma sul modo in cui si manifestano nel qui ed ora gli effetti del trauma nel corpo, nei comportamenti, nei pensieri e nelle emozioni del cliente.

All’inizio il cliente impara a portare consapevolezza ai piccoli cambiamenti nelle proprie sensazioni fisiche, emozioni, pensieri e immagini. Poi impara a rimanere in contatto con queste sensazioni tollerandole e immergendosi interamente nell’esperienza, ecco perché questo lavoro si chiama “Somatic Experiencing” ovvero "esperienza somatica".

Spesso le prime esplorazioni si focalizzano sugli elementi positivi (risorse) affinché la persona acquisisca abilità e confidenza nel lavoro con le sensazioni. Una volta stabilita una base sicura e solida per un’esperienza di energia vitale e partendo con questa modalità di forza, si potrà iniziare a scoprire e liberare l’energia rimasta intrappolata nell’evento traumatico. Rilasciata questa energia, possiamo accedere ad un maggior benessere e vitalità.

 

SE è utile per…

Un trauma non è una malattia in sé, i sintomi del trauma che noi vediamo sono riflessi di

protezione che rimangono attivi a seguito di un evento travolgente. Dato che l’organismo cerca di rimanere in equilibrio, iniziano ad apparire disturbi fisici e psicologici per alcuni giorni, mesi o addirittura anni dopo il trauma originale, spesso senza una causa fisiologica apparente.

Questi possono includere i seguenti disturbi:

- tensione muscolare cronica

- dolori o spasmi

- dolore cronico

- esaurimento cronico

- difficoltà respiratorie

- problemi digestivi

- vertigini

- emicrania

- ipersensibilità agli stimoli sensoriali

- disturbi del sonno o incubi ricorrenti

- inspiegabili problemi cardiaci

- fibromialgia

- sistema immunitario debole

- colpo di frusta

- squilibri del sistema immunitario endocrino

- allergie

- irascibilità

- disturbi del comportamento

- depressione

- ansia e panico

- immagine corporea distorta o frammentata

- paure o fobie

- stati d’impotenza

- ipervigilanza e ipereccitabilità

- iperattività o mancanza di energia

- tristezza persistente o imprevista

- svenimento

- dipendenze

- isolamento sociale

- perdita della concentrazione o della memoria

- mancanza di connessione con sé stessi, gli altri e l’ambiente

- interventi chirurgici passati o preparazione ad un intervento chirurgico futuro

- ….

 

I trattamenti di SE non intendono sostituire la diagnosi e l’assistenza di un medico curante, né eventuali terapie o cure in corso, sia di tipo medico, farmacologico o psicologico, ma si rivolgono esclusivamente al piano energetico e somatico della persona.

Studio l'impronta di Gheno Monica

Via Motalta 1, 6653 Verscio

091/796.35.17 - 079/695.67.00

  • Facebook Social Icon
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now